Solidarietà a collega Rai aggredito a Bolzano
sabato 9 marzo 2019

Il Sindacato e l’Ordine dei Giornalisti del Trentino Alto Adige condannano con fermezza l’inqualificabile attentato alla libertà di informazione ieri pomeriggio durante il corteo in piazza stazione a Bolzano per la festa della donna. Per impedire il libero svolgimento del diritto costituzionale di informare i cittadini, alcune persone dell’area anarchico-antagonista hanno intimato all’operatore RAI di Bolzano di non filmare in viso i partecipanti al corteo. Nonostante il collega svolgesse con discrezione il suo lavoro, per impedirgli qualsiasi ripresa, gli hanno gettato contro un candelotto fumogeno. Di fronte a questa aggressione, l’operatore ha abbandonato il corteo.

Il segretario del Sindacato Rocco Cerone ed il presidente dell’Ordine Mauro Keller stigmatizzano l’episodio e chiedono alla Polizia di Stato ed ai Carabinieri di mettere in condizione di svolgere liberamente il loro lavoro, di garantire l’incolumità fisica dei giornalisti e degli operatori e di perseguire i responsabili del grave atto di intimidazione.
Cerone e Keller esprimono la solidarietà del Sindacato e dell’Ordine dei giornalisti al collega operatore ed alla redazione Rai.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.